Azienda Agricola Pietraventosa – Gioia del Colle

Ho avuto il piacere di conoscere Marianna, titolare dell’azienda, l’anno scorso a Terroir Vino a Genova e poi durante una degustazione tenutasi a Torino.

Marianna è una donna con un’energia immensa, voglia di crescere, di fare bene e sempre meglio, poi sentirla parlare della sua azienda, dei suoi circa 5 ettari di vigneti è veramente come ascoltare una favola.
Anche lei una vignaiola che ti racconta la vigna e la conduzione…difficile visto che c’è tanta roccia e poca terra!

I suoi vini sono molto caratteristici e particolari, quando li assaggi ti ritornano in mente le murge di cui avevi sentito parlare prima e ti chiedi come sia possibile trovasi difronte a un nettare così prelibato.

– Allegoria 2007 – Primitivo Gioia del Colle DOC
100 % Primitivo che regalano un vino molto fruttato con ricordi di ciliegia e prugna. Piacevole e semplice, un vino che ti accompagna per tutto il pasto.

– Allegoria 2008 – Primitivo Gioia del Colle DOC
Anche in questo millesimo i sentori fruttati e soprattutto la ciliegia la fanno da padrona. In bocca è più intenso e persistente del 2007, ma gioca sempre sulla sua semplicità e bevibilità.

– Ossimoro 2007 – Murgia Rosso IGT
Ottenuto da un blend di Primitivo(75%) e di Aglianico(25%) il suo colore è intenso, quasi impenetrabile. Profumi intensissimi e suadenti, soprattuto liquirizia e frutta matura che ti avvolgono e ti conquistano. In bocca l’Aglianico gli dona una buona potenza e intensità accompagnata dalla morbidezza e piacevolezza del Primitivo.

– Ossimoro 2008 – Murgia Rosso IGT
Annata più giovane, più intensi i sentori fruttati e leggermenti vinosi con un sottofondo speziato. In bocca è deciso e persistente, più acidità e una discreta percezione tannica che non guasta.

– Riserva 2007 – Primitivo Gioia del Colle DOC
Nasce da uve selezionate che crescono sulla Murgia. 100% Primitivo affinato per 18 mesi in barrique di primo passaggio.
Assaggiato in 2 occasioni, a distanza di 5 mesi, ho notato una netta evoluzione nei sentori di frutta, migrati in piacevoli profumi speziati mai invadenti. In bocca la nota legnosa è ben miscelata con la setosità e piacevolezza del Primitivo che regalano un nettare morbido, equilibrato e persistente…da berne una bottiglia intera.

Un’azienda da tenere in considerazione e la grinta di Marianna le permetterà di crescere in modo esponenziale.

Brava.

Questa voce è stata pubblicata in Degustazioni e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...