#ascuoladisud 2° puntata (Faro DOC)

Nata dall’idea di Vittorio Rusinà (aka @tirebouchon), siamo giunti alla seconda puntata di #ascuoladisud, piccole degustazioni tra amici “twitteri” per cercare di approfondire e scoprire nuovi tesori del sud Italia.

Dopo la prima puntata dedicata alla Basilicata e al suo Aglianico del Vulture (ne ho parlato qui ), questa volta si è deciso di scoprire e approfondire una piccola DOC del Messinese, IL FARO.

Questa  denominazione, riconosciuta nel 1976, prevede l’utilizzo di vitigni autoctoni siciliani e più precisamente :

  • nerello mascalese           45-60 %
  • nerello cappuccio           15-30 %
  • nocera                                5-10 %
  • calabrese (nero d’avola), montonico e sangiovese max 15%

Dimenticata da tutti, ma non dall’Azienda Palari di S. Geraci, questa DOC ora conta una dozzina di giovani produttori, molti dei quali appartenenti al “Consorzio Vino Faro“, che si stanno esprimendo con ottimi prodotti, proiettati verso un continuo aumento della qualità di questo gran vino.

I vini degustati da Luigi Fracchia (aka @luigifracchia), Vittorio Rusinà (aka @tirebouchon), Fabrizio Gallino (aka @Enofaber) e me sono stati : 4 Faro 2008, 1 Faro 2006 e uno spettacolare Faro 1998 che si è dimostrato essere un gradino sopra gli altri.

I vini sono stati scelti per cercare di ritrovare un unico filo conduttore, nonostante le uve presenti e gli affinamenti fossero diversi per ogni etichetta.

Il vino Faro, solitamente, si presenta di colore Rosso Rubino concentrato e all’olfatto i profumi sono molto complessi, spaziando dalle note di frutta rossa matura a quelle di confettura e spezie, alcune volte con leggeri sentori balsamici.
I tannini in gioventù sono ancora un po’ ruvidi, ma denotano già una buona morbidezza e finezza, il tutto accompagnato da una buona struttura.

Brevemente questi i vini degustati :

Tenuta Giostra Reitano “Rasocolmo 2008” : ne avevo parlato qui, ma questa volta non è stato possibile degustarlo a causa di problemi, credo, derivanti dal tappo.

Fondo dei Barbera “Faro DOC 2008” : ne avevo parlato qui, prodotto da uve nerello mascalese, nerello cappuccio e nocera. Naso leggermente etereo con forti note speziate e di Humus. Tannino ancora un po’ ruvido e un retrogusto sapido quasi a ricordare una sensazione di salmastro. Da rivedere tra qualche anno, ma anche adesso fa la sua figura.

Tenuta Enza La Fauci “Oblì Faro DOC 2008” : confermo quanto già detto qui, sentori di frutta rossa matura, leggermente pronunciata la nota vanigliata del legno. In bocca è molto deciso con una buona struttura e un tannino in via di affinamento. Anche in questo caso una sensazione di salmastro.

Bonavita “Faro DOC 2008” : non ho nulla da aggiungere a ciò che è già stato scritto da Fabrizio qui su Enofaber’s Blog.
Anche in questo caso un bel colore rosso rubino, un po’ più scarico degli altri, al naso sentori di frutta rossa e spezie. Tannini decisi, ma più fini dei precedenti assaggi. Buona rotondità e sempre un ricordo sapido.

Palari ” Faro DOC 2006″ : questo vino è ottenuto da uve nerello (mascalese e cappuccio), nocera, core e palumbo, acitana, galatena, calabrese etc. Il colore è un bellissimo rosso rubino, al naso subito leggeri sentori di legno che poi lasciano il posto ad una complessità data da frutti rossi e spezie. In bocca è molto deciso e di buona struttura, i tannini sono ancora  persistenti; segno che questo vino ha ancora bisogno di tempo per esprimersi al meglio.

Palari “Faro DOC 1998” : che dire? Sicuramente superiore! Il colore è rubino con una leggera tendenza al granato. Al naso una lieve nota di ossidazione che, roteando il bicchiere, lascia subito posto a note terziarie riconducibili a spezie, cuoio, liquirizia, con un sottofondo di frutta rossa sotto spirito. La bocca è elegante, precisa, forse un po’ debole di acidità, ma piacevolissima e di buona beva. Nonostante i dieci anni anche in questo caso ho avuto la sensazione di percepire una buona sapidità che ricorda la nota salmastra.

 

 

Mi spiace per il primo Faro, ma tutti gli altri si sono rivelati ottimi prodotti in grado di evolvere e continuare ad emozionarci e farci assaporare la splendida terra siciliana.

Alla prossima puntata di #ascuoladisud …

 

Questa voce è stata pubblicata in Degustazioni, Eventi e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a #ascuoladisud 2° puntata (Faro DOC)

  1. Pingback: Il resoconto di Davide Marone sui Faro Doc #ascuoladisud | Il Blog di Vivennu

  2. Claudio ha detto:

    Ancora una volta Lei Davide, riconferma la sua signorilità e correttezza . Ho avuto modo di trattare con Lei e non ho dubbi sulla passione che la incita in questo settore molto delicato. Qualsiasi giudizio viene da chi compra o assaggia il proprio vino è da tenere in massima considerazione sia che detto giudizio sia positivo che negativo. (Noi produciamo vino affinchè qualcuno lo beva, e aggiungerei che lo beva felicemente).
    Orbene tutti partiamo dalla terra e vigneti e nel tragitto dobbiamo confrontarci con mille difficoltà , se tutti operiamo correttamente vuol dire che “giochiamo ad armi pari” ma se qualcuno prende le scorciatoie vuol dire che il confronto con quelli onesti non e’ pari, ma impari.
    Sono più espicito: forse la natura ha “rimproverato il più scorretto”. Non faccio nomi ma mi ricordo di un avvenimento sulle mozzarelle Campane: Il presidente del consorzio mozzarelle campane, imbrogliava sul LATTE.
    Abbiamo bisogno di produttori corretti affinchè il prodotto Italiano sia e resti apprezzato nel mondo, degli imbroglioni non sappiamo cosa farcene.- Claudio Barbera

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...