#ascuoladisud …scopriamo i terroir del Sud – 1° puntata (Aglianico del Vulture)


Nata da una bellissima idea di Vittorio aka @tirabouchon si è svolta la prima puntata di #ascuoladisud.
Questi eventi sono stati ideati con lo scopo di diffondere e comunicare, anche attraverso l’aiuto dei social network come twitter, i terroirs di alcuni vini del sud, molto spesso dimenticati o messi in secondo piano.
La degustazione dei vini viene condivisa  “live” su twitter ed è possibile interagire facendo domande, confrontandosi, esprimendo il proprio parere etc…insomma in due parole CONDIVIDENDO e COMUNICANDO!
Nel primo incontro, a mio parere abbastanza seguito, si è parlato del Vulture e quindi di Aglianico del Volture.
Erano presenti tre tipi di vino che nascono da tre zone diverse e ottenuti con affinamenti diversi ma, tutti e tre, hanno espresso ottimamente il terroir del Vulture.

Si è partiti con “Terra dei Fuochi 2007” di Carbone Vini, vino ottenuto da vigneti situati nella zona di Melfi e con un affinamento parte in acciaio e parte il legno usato. Il suo colore è di un rubino brillante, al naso sentori di frutta rossa fresca, more e infine una leggera nota vanigliata. In bocca è un vino immediato con una buona freschezza e una discreta struttura. Lo trovo un vino che ti fa avvicinare all’Aglianico e che ti accompagna per tutto il pasto. Una piccola parentesi personale, a bicchiere vuoto sentori di caffè tostato eccezionali!

In seconda battuta un vino di un’azienda molto giovane, già con buoni risultati, “Likos 2007” di Vigne Mastrodomenico. Likos nasce da un vigneto di circa 8 ha situati nella zona di Barile, uno dei comuni più vocati per la produzione di Aglianico del Vulture. In questo caso abbiamo un affinamento di circa 8 mesi in barriques e poi in bottiglia. Il colore è rubino con una leggera tendenza al granato, al naso spiccano subito note di frutta come le more e il ribes avvolte da un sentore vanigliato e da una piacevole speziatura che ricorda il caffè e la liquirizia. In bocca è subito un po’ scontroso e di buon corpo ma, subito dopo, si lascia andare in una piacevole eleganza accompagnata da una trama tannica ben presente ma fine e mai fastidiosa. Un vino che accompagna molto bene piatti della tradizione lucana e non: arrosti, agnello, selvaggina e anche formaggi di media stagionatura come un buon caciocavallo podolico!

In conclusione un Aglianico del Vulture di una giovane produttrice, “Serra del Prete 2008” di Elisabetta Musto Carmelitano. In questo caso ci spostiamo ancora e andiamo nel comune di Maschito in cui sono situati i vigneti e, più precisamente, in località Serra del Prete. L’affinamento avviene in serbatoi d’acciaio e vasche di cemento per circa 10 mesi. Il colore è rubino molto intenso e fitto, quasi impenetrabile; al naso è complesso e i profumi spaziano dalla frutta rossa a note vegetali, speziate, balsamiche in cui è facile riconoscere liquirizia e incenso. In bocca è di buona struttura con una trama tannica fine ed elegante. Un lungo finale piacevole che si chiude con una leggera sapidità e un ritorno della liquirizia. Lo consiglio in abbinamento a formaggi stagionati, selvaggina e carni rosse succulente.

Non mi resta che ringraziare ancora Vittorio, i 3 giovani produttori che ci hanno fatto attraversare il terroir del Vulture e tutti quelli che hanno avuto la pazienza di seguirci su twitter!!!

Alla prossima puntata di #ascuoladisud con la piccola grande doc FARO…

Questa voce è stata pubblicata in Degustazioni, Eventi e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a #ascuoladisud …scopriamo i terroir del Sud – 1° puntata (Aglianico del Vulture)

  1. Grazie a tutti voi, Davide! Un’iniziativa bellissima, che avvicina i consumatori ai produttori in modo semplice ed in chiave moderna, e che da lustro al nostro territorio ed al lavoro che ogni giorno portiamo avanti con fatica e passione🙂

  2. Pingback: Cantina di Venosa – Aglianico del Vulture DOC Carato Venusio 1997 | DM 's Blog

  3. Pingback: #ascuoladisud 2° puntata (Faro DOC) | DM 's Blog

  4. Pingback: Il resoconto di Davide Marona sui Faro Doc #ascuoladisud | Il Blog di Vivennu

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...